• MAGAZINE

Ti trovi in:  Home  »  News  »  Nutrigenomica: come può influenzare la composizione corporea

Nutrigenomica: come può influenzare la composizione corporea

La nutrigenomica può aiutare a migliorare la nostra salute identificando specifiche variazioni fenotipiche in evoluzione, ma anche come queste variazioni sono influenzate dall’ambiente che ci circonda.

CHE COS’È LA NUTRIGENOMICA

La nutrigenomica è la scienza che analizza e interpreta le interazioni gene-nutriente.

In sostanza, la nutrigenomica può dirti come il tuo corpo assorbe i nutrienti di determinati cibi e fornisce una comprensione di base del sistema con cui il corredo genetico influisce sull’insorgenza dell’obesità e di altre condizioni croniche correlate.

L’identificazione di alcune varianti della sequenza del DNA, che contribuiscono al rischio di malattie legate all’alimentazione, è essenziale per sviluppare una migliore comprensione del perché insorgano queste malattie negli esseri umani.

IN CHE MODO L’ALIMENTAZIONE PERSONALIZZATA PUÒ AIUTARE LA COMPOSIZIONE CORPOREA?

Le diete standard generalmente hanno tutte un obiettivo comune, ovvero la perdita di grasso, e per raggiungere questo obiettivo bisogna uniformarsi alle stesse linee guida alimentari.

Spesso queste diete funzionano perché si concentrano sul principio fondamentale di una semplice riduzione dell’apporto calorico, ottenuta diminuendo l’assunzione di cibi elaborati e fast food.

La nutrizione personalizzata, invece, è un approccio innovativo alla prevenzione e al trattamento dell’obesità e delle condizioni a essa correlate.

Questa metodologia, infatti, formula raccomandazioni basate su fattori di un individuo quali:

  • i marcatori genetici;
  • i modelli dietetici;
  • l’ambiente in cui vive;
  • il metabolismo.

Le maggiori informazioni che abbiamo sul nostro corpo e sul suo funzionamento, dunque, possono essere una risorsa preziosa per migliorare la composizione corporea e la salute in generale.

Se osserviamo questo studio è chiaro che gli individui che tra i propri marcatori hanno il gene che predispone all’obesità (Fat Mass and associated gene locus) traggono vantaggio dal consumo di una dieta ricca di proteine.

Gli individui che invece non presentano questo marcatore di rischio dell’obesità potrebbero non aver bisogno di aggiustare il loro apporto proteico per ottimizzare la composizione corporea.

Conoscere queste informazioni aiuta pertanto a eliminare gran parte dei tentativi ed errori che derivano dalle fluttuazioni del peso e della composizione corporea generale.

IN CHE MODO L’ALIMENTAZIONE PERSONALIZZATA PUÒ AIUTARE CON LE PRESTAZIONI ATLETICHE?

Un’alimentazione personalizzata può favorire le prestazioni atletiche.

Alcune varianti genetiche e differenti interazioni gene-nutrienti influenzano il modo in cui assorbiamo, metabolizziamo, utilizziamo ed espelliamo i nutrienti.

Queste varianti influenzano le vie metaboliche rilevanti sia per la salute che per le prestazioni atletiche.

L’interazione gene-dieta potrebbe non essere direttamente associata a risultati misurabili tipo aumento della capacità aerobica, velocità o forza.

Può tuttavia essere accostata a determinati biomarcatori o fenotipi, ad esempio la composizione corporea o le riserve di ferro circolanti nell’organismo.

Questi indicatori determinano in modo indipendente le prestazioni atletiche, il rischio di infortunio e il recupero post-esercizio.

blank

Un esempio: basse riserve di ferro influiscono sulla produzione di emoglobina, che diminuisce la capacità di trasporto dell’ossigeno nel sangue. Questa mancanza di ossigeno può causare una contrazione muscolare ridotta e una diminuzione della resistenza aerobica.

IL FUTURO DELLA NUTRIZIONE PERSONALIZZATA

Ricercatori e medici hanno iniziato a identificare i principi della nutrigenomica per affrontare il problema della malnutrizione su scala globale.

Alcune comunità sottosviluppate in tutto il mondo lottano con diete povere che provocano denutrizione o sovra nutrizione, compromettendo la qualità della vita delle persone che vivono in queste comunità.

Ne è un esempio l’anemia, problema di salute pubblica globale che si pensa sia dovuto principalmente alla carenza di ferro.

Stime recenti, invece, suggeriscono che solo il 50% circa dell’anemia è dovuto a carenza di ferro. Gran parte della popolazione non riesce ad assorbire il ferro e di conseguenza non risponde alla terapia.

Con l’espressione gene-nutriente, i ricercatori possono anche identificare la predisposizione genetica a sviluppare la sindrome metabolica.

L’utilizzo della nutrigenomica per identificare il modo in cui alcuni individui elaborano nutrienti specifici, può aiutare ad affrontare gli squilibri dei micronutrienti per migliorare i risultati generali sulla salute.

Ci sono certamente considerazioni etiche nella nutrigenomica e nell’acquisizione del DNA di un individuo, nonché fattori psicologici che entrano in gioco quando si discute di informazioni personali relative alla nutrizione.

Alcune di queste considerazioni includono:

  • il carico aggiuntivo o lo stress del mangiare;
  • la rimozione della gioia e/o dell’aspetto sociale del mangiare;
  • la potenziale discriminazione nei confronti di individui che decidono di non seguire specifiche raccomandazioni dietetiche.

È stato dimostrato, tuttavia, che i benefici superano queste considerazioni socio-etiche.

Fornire alle persone una maggiore conoscenza del proprio corpo e includere una road map personalizzata è una soluzione migliore che attenersi a un approccio universale alla salute.

PERCHÉ LA PERSONALIZZAZIONE È IMPORTANTE PER LA SALUTE?

Secondo i rapporti del National Institute of Health, due terzi della popolazione statunitense è considerata in sovrappeso od obesa.

Nel nostro paese, dal 9° Rapporto sull’obesità in Italia, sappiamo che oltre 1 milione di persone della popolazione adulta soffre di grave obesità.

Insieme all’allarmante aumento delle malattie croniche prevenibili derivanti da scelte di vita sbagliate, ci stiamo ponendo più in profondità in una crisi di salute pubblica.

Le diete universali e i programmi di esercizio fisico non sono approcci sostenibili.

Dobbiamo abbracciare la nostra individualità e utilizzare quella conoscenza per migliorare la salute generale.

La tecnologia moderna offre tale opportunità con un accesso conveniente a test genomici, analisi della composizione corporea, monitoraggio della pressione sanguigna e monitoraggio della glicemia.

Tutti questi test forniscono istantanee di come funzionano i nostri corpi e ci danno raccomandazioni utili per la nostra salute, a molti livelli.

La cosa più importante da ricordare è che il cambiamento richiede tempo.

blank

Adottare misure coerenti e incrementali per arricchire la tua salute e il tuo benessere è la chiave per mantenere abitudini sane.

Traduzione italiana di Doriana Verrelli e Stefania Gumina
Articolo originale su InBody USA