• SPAZIO SALUTE

Ti trovi in:  Home  »  Spazio Salute  »  Fitness  »  Come scegliere una buona palestra per stare in forma

Come scegliere una buona palestra per stare in forma

Con settembre si riprende la routine e l’ufficio, molti di noi si iscrivono in palestra per mantenersi in forma. Per capire se il centro fitness che vorremmo frequentare è serio e affidabile abbiamo chiesto qualche consiglio a Igor Castiglia, che struttura percorsi di allenamento da proporre ai personal trainer e alle palestre. Ecco i suoi consigli.

Il primo approccio deve essere fisico. Niente telefonate. Andate in palestra di persona e dopo aver parlato con chi vi proporrà un abbonamento full optional cercate di capire davvero quello che volete ottenere e guardatevi intorno.

Se l’obiettivo è dimagrire informatevi sulle fasi del percorso che vi aspetta: ricordate che un approccio serio comincia con un’analisi delle vostre esigenze e della vostra situazione fisica di partenza. Attenzione agli strumenti: spesso si usano ancora modalità arcaiche come la bilancia, se invece la palestra utilizza macchinari di qualità come un impedenziometro è segno che il centro investe anche sull’innovazione.

Informatevi per capire se nella struttura c’è un servizio che affianca al programma di allenamento anche un nutrizionista, una figura della palestra che se ne occupa o se il centro si appoggia a qualcuno di esterno. Se così non fosse tenete presente che avrete bisogno comunque rivolgervi a qualcuno che dovrà strutturare la vostra alimentazione senza però sapere che tipo di attività fisica fate.

Diversamente da come molti credono correre aiuta in una misura molto molto piccola la persona che vuole dimagrire, tenete conto che la palestra è indispensabile e che l’attività fisica sarà responsabile del 30% del vostro dimagrimento, il resto dipende comunque dallo stile di vita e dalla nutrizione.

Ricordate che essere in sovrappeso significa che il vostro stile di vita è sbagliato: prendere peso significa immettere più energia di quanta ne usiamo e il nostro corpo che va al risparmio cerca di metterle via. Fondamentale non è solo cosa si mangia, ma anche quanto e sopratutto quando.

Un campanello d’allarme che dovrebbe far dubitare della vostra scelta della palestra è la soddisfazione, sembra banale ma è così: attenzione però se non vi piace quello che fate ma dovete raggiungere un risultato, questo fa parte del gioco; inoltre se siete insoddisfatti perché non state ottenendo i risultati sperati, tenete presente che i primi miglioramenti tangibili cominciano a vedersi dopo un mese e mezzo, prima è solo un’illusione: siete voi che vi guardate e vi vedete perché vi siete attivati oppure state solo perdendo molti liquidi. La realtà oggettiva è data solo da un attento monitoraggio.